Canta, cantina, canta!

di e con Stefano Jacoviello e UgoGiulio Lurini

Contesa a distesa
itinerante inebriante
tra il rosso ed il bianco
tra il cantore e il saltimbanco
tra eno-music e versaccio libero.
Che si dirima in rima!

IndoVino indoVinello,
tolgo Indo e che rimane?
Pur se fanno un gran macello
sono buoni come il pane:
Vino & Vinello
pala e rastrello
non vogliono usare
e tirano al ballo madame e signori
che al modo del gallo
vorran conquistare.
Son scherzi sonori
che questi gioviali
poeti e cantori
andranno a inventare
per i commensali.
Non più nella vigna,
non più nel fienile,
chi può se la svigna
saluta il badile.
Con sete di gloria
non men che di vino,
faremo baldoria
fin quasi al mattino.

Una passeggiata letteraria e canora tra poesie, canti, stornelli dedicati nei secoli al vino, dai lirici greci a Toni Santagata, passando per Trilussa, Baudelaire, il Magnifico, l’Angiolieri…