Teatro per ragazzi, nelle scuole, nei musei

LABORATORI SCOLASTICI

LaLUT opera nelle scuole materne, primarie, secondarie e superiori, per lo più ma non solo, della provincia di Siena, dal 1997.
Alcuni di questi progetti, come quello sostenuto dal Comune di Rapolano Terme – prima avvalendosi di contributi regionali (C.I.A.F., P.I.A., legge regionale per il Diritto allo Studio), poi solo con fondi propri e il sostegno delle scuole e delle famiglie – vanno avanti da allora senza interruzione pur nelle crescenti difficoltà di finanziarli.
I laboratori vengono effettuati nelle classi, in orario curricolare, o per gruppi interclasse, in orari extrascolastici, e sono solitamente finalizzati a un momento di dimostrazione finale di lavoro.
L’approccio privilegiato – declinato in modo differente a seconda del grado scolastico e della composizione del gruppo – consente, attraverso il gioco teatrale, un lavoro collettivo in cui, almeno inizialmente, la componente corporea e non verbale è preminente. Quindi, attraverso il lavoro basato sulle improvvisazioni del gruppo viene via via “costruito” il canovaccio su cui si baserà la rappresentazione.
Negli ultimi due anni i nostri laboratori teatrali e musicali per le scuole primarie sono stati inseriti tra le attività di promozione e formazione del pubblico promossi dalla Fondazione Toscana Spettacolo.

LABORATORI PER BAMBINI

In questi anni sono state numerose le esperienze di corsi e laboratori per bambini e ragazzi.

Per la stagione 2015-16 sono attualmente in programma:
– un corso settimanale di Teatro e Globalità dei Linguaggi per bambini dai 6 ai 10 anni che si terrà a Strove (Monteriggioni);
– una serie di laboratori domenicali a tema per bambini dai 5 ai 10 anni presso la biblioteca di Castellina Scalo, Monteriggioni.

ANIMAZIONI E PERCORSI NEI MUSEI

Negli anni passati laLUT ha collaborato fin dalla sua apertura con il Palazzo delle Papesse – Centro di Arte Contemporanea, e con il Museo d’arte per Bambini del Comune di Siena, creando numerosi percorsi teatrali itineranti riservati alle scolaresche e creati appositamente per le esposizioni via via ospitate dai due musei.
Attualmente, sul modello di quanto facciamo per gli adulti, stiamo sviluppando e proponendo, in collaborazione con la sezione senese del Centro Guide Toscana, percorsi di visita teatralizzata dei musei e dei più significativi luoghi di Siena e della provincia, per le scuole primarie e secondarie.

PERCORSI INTERATTIVI

LABORATORI-SPETTACOLO
Il laboratorio “I Raccattastorie”, destinato ai bambini della scuola primaria  durante l’intero anno scolastico, prevede la creazione e la messa in scena di una storia le cui sonorizzazioni sono realizzate grazie agli strumenti costruiti –  con materiali di riciclo – dai bambini sotto la guida di un esperto. Il laboratorio “I Raccattastorie” ha anche una versione “breve”: un percorso della durata di due ore in cui i bambini, aiutati dai due conduttori, mettono in scena una filastrocca sonorizzata che alla fine mostrano al pubblico dei genitori.

PROGETTO ATLANTIDE | TEATRI SOMMERSI

Nel 2017 prende il via il progetto Atlantide – Teatri Sommersi, che prevede la co-progettazione di un intervento pilota di Teatro Sociale nell’ambito del disagio giovanile. Il progetto è promosso e finanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena, con il supporto scientifico di Laura Caretti (Storia del teatro e Antropologia della performance) e Ivana Conte (Teatro sociale di Agita Teatro), che coinvolge nove compagnie teatrali (Corps Rompu, Egumteatro, Kantharos, laLut, Opificio Badesse, Straligut, Topi Dalmata, Teatro Povero di Monticchiello, Orto del Merlo), 4 scuole (Istituto Caselli di Siena, Scuola media Marmocchi e C. P. I. A. di Poggibonsi, Istituto Comprensivo di Cetona) ed altri soggetti del territorio provinciale senese (tra cui la Società della Salute Senese, titolare dei Servizi Sociali nei comuni della zona senese, e la Casa Circondariale di Santo Spirito di Siena).
Il percorso, avviato a febbraio 2017, prevede l’inizio a metà ottobre 2017 – nelle tre zone socio-sanitarie Senese, Val d’Elsa e Val di Chiana – di 8 laboratori teatrali sperimentali, rivolti a giovani e specificamente progettati come forma di prevenzione e contrasto del disagio, in un percorso in cui saranno affrontate questioni cruciali nella crescita della persona, dall’identità di genere all’integrazione culturale, passando per i vari registri dei linguaggi giovanili emergenti.
Alcuni laboratori vedranno la partecipazione di studenti che, avendo già partecipato in precedenza a laboratori teatrali, avranno la funzione di “tutor” e potranno usufruire dell’esperienza per il loro percorso di alternanza scuola-lavoro. Sarà inoltre ricercato il coinvolgimento di studenti universitari in tirocinio curricolare, per le attività di valutazione e documentazione multimediale del percorso.

Lascia un commento